La decalcificazione della lavatrice: come e ogni quanto farla


La decalcificazione della lavatrice è un processo importante che consente di rimuovere i depositi di calcare dalle parti interne dell’elettrodomestico. Questi depositi si formano a causa dell’utilizzo di acqua dura, che contiene elevate quantità di minerali come calcio e magnesio. Se non vengono rimossi, possono causare problemi come la riduzione dell’efficienza del lavaggio, la formazione di macchie sui vestiti e l’accorciamento della vita della lavatrice.

Depositi di calcio nella lavatrice: dove si formano

I depositi di calcare si possono formare sulla resistenza della lavatrice, sul cestello, sulle guarnizioni della porta e su altre parti. Oltre a ridurre l’efficienza del lavaggio, questi depositi possono anche provocare la proliferazione di batteri e muffe, che possono causare problemi di odore e allergie.

Come fare la decalcificazione della lavatrice

Esistono diverse opzioni per decalcificare una lavatrice. Uno dei metodi più semplici consiste nell’utilizzare un detergente per decalcificare, che può essere acquistato in qualsiasi Punto Exclusive Service. Questi prodotti sono solitamente a base di acido citrico o acido tartarico e possono essere versati direttamente nella vaschetta del detersivo della lavatrice. Un ciclo di lavaggio a vuoto con questo detergente aiuterà a rimuovere i depositi di calcio e magnesio.

Un’altra opzione è quella di utilizzare una soluzione fatta in casa. Si può preparare versando una tazza di aceto bianco distillato o limone nel cestello e poi avviando un ciclo di lavaggio a vuoto. Questo metodo è meno aggressivo rispetto l’uso di prodotti chimici specifici per decalcificare.

Ogni quanto effettuare la decalcificazione della lavatrice?

La frequenza con cui effettuare la decalcificazione della lavatrice dipende dalla durezza dell’acqua, dal detersivo utilizzato e dalla frequenza dei lavaggi. Normalmente si consiglia di usare l’apposito detergente per lavatrici, o un altro metodo naturale, regolarmente ogni 3 mesi, a meno di particolari condizioni che ne consiglino un utilizzo più frequente.

decalcificazione_lavatrice_quando_farla

Come prevenire la formazione di depositi di calcare nella lavatrice

Per prevenire la formazione di depositi di calcio e magnesio, si può cominciare evitando di utilizzare acqua troppo calda per lavare i vestiti e fare la manutenzione regolare della lavatrice, pulendo il filtro e rimuovendo eventuali residui.

Inoltre, è importante considerare l’acqua utilizzata per il lavaggio e il proprio livello di durezza. Nel caso sia elevato si può pensare di utilizzare un addolcitore d’acqua. Questo dispositivo utilizza un processo di scambio ionico per rimuovere i minerali dall’acqua, rendendola più morbida. Ci sono diverse opzioni disponibili, tra cui addolcitori d’acqua a sale, a resina e ad osmosi inversa.

In generale, la decalcificazione della lavatrice è un processo importante per mantenere la lavatrice in buone condizioni e garantire che i vestiti vengano puliti in modo efficiente. Se i depositi di calcio e magnesio non vengono rimossi, possono causare problemi come la riduzione dell’efficienza del lavaggio, la formazione di macchie sui vestiti e la riduzione della durata della lavatrice. Utilizzando un detergente per decalcificare o una soluzione fai-da-te, evitando l’utilizzo di acqua troppo calda, e sostenendo la manutenzione della lavatrice può aiutare a prevenire la formazione di depositi e prolungare la vita della lavatrice.


Tags: lavatrice
Share: